Giulio Stocchi: la presenza della poesia

 

Giulio Stocchi è nato nel 1944.
Ha studiato filosofia all'università statale di Milano e
recitazione all'Accademia dei Filodrammatici.

La sua attività poetica pubblica è iniziata nel 1975.
Da allora, e per molti anni, i suoi palcoscenici sono stati le piazze, le fabbriche occupate, le manifestazioni popolari; oggi i teatri, le sale di
conferenza, le università: ma sempre caratterizzando la sua poesia per un originalissimo contatto con il pubblico.

Particolarmente attento alle valenze sonore della poesia, Stocchi ha pubblicato diversi dischi: Il dovere di cantare (Premio nazionale della critica discografica), Punto e a capo, La cantata rossa per Tall el Zaatar (con la collaborazione del musicista Gaetano Liguori), recentemente ripubblicato in CD da Arparecords-Radiopopolare, Da sogni e da città sempre con Liguori.

Ha pubblicato presso Einaudi il volume di versi e prosa Compagno poeta.
Numerosi suoi
scritti, riflessioni, racconti, polemiche, sono comparsi negli ultimi anni.

Nel 2003 nonsoloparole.com ha pubblicato in forma cartacea, no-copyrigt, la raccolta In tempo di guerra che l'autore aveva distribuito in rete, in tutto il mondo, nelle versioni italiana, inglese e spagnola.

La pittrice Veronica Menghi ha allestito coi suoi quadri una mostra ispirata a In tempo di guerra e ha pubblicato una cartella di litografie, Punto d'addio, con poesie tratte dalla raccolta indedita Naufragi ed altre acque.

Magda Castel, l'artista catalana che ha creato le copertine della Cantata rossa e di altri suoi dischi, ha anche illustrato numerosi libretti , opuscoli, plaquettes.

Nel dicembre 2003 è stato pubblicato, per i tipi della CUEC di Cagliari, L'altezza del gioco.

Ha scritto direttamente in inglese una farsa, Like farts in the wind (Come scorregge nel vento), dedicata a Bush, Berlusconi, Rumsfield, Condy Rice, Powell e sconcezze simili.

Deborah Strozier ha magistralmente tradotto una sua fiaba per bambini, Gatto Pandolfo, in inglese, Pandolfer the cat.

Ha scritto un lungo poema in novanta canti in attesa di pubblicazione.

Con Deborah Strozier -insieme alla quale è titolare de Il ritmo e la forma workshop- ha ideato numerosi oggetti in cui parole, colore, forma e movimento si sposano.
Insieme, Giulio Stocchi e Deborah Strozier, hanno ideato manifesti
contro la guerra, per la pace e l'amore.

E' il rappresentante in italia della rete di poeti contro la guerra, poetsagainstthewar.

Fa parte del Club Psòmega che unisce artisti, filosofi, scienziati nello studio del pensiero inventivo.
Ha partecipato con suoi saggi e poesie ai volumi collettivi
Il pensiero inventivo, Milano, Unicopli, 1992 e La vita inventiva, Napoli, ESI, 1998, di cui è co-curatore.

 

Giulio Stocchi
Corso Magenta 88. 20123 Milano
Tel. O248003443

 

mailto:giulio.stocchi@fastwebnet.it

Dominio e Hosting by nomeitalia.net